Venezia la Bora affonda le gondole

VENEZIA, LA BORA AFFONDA LE GONDOLE
E ABBATTE IL TORO DEL CARNEVALE

VENEZIA – Il vento forte non dà tregua al nord Italia. Raffiche fino a 98 chilometri orari si sono abbattute sulla città di Venezia, dove hanno fatto cadere la statua del toro di 9 metri dell’artista Guerrino Lovato, simbolo del Carnevale di quest’anno, che era stata posizionata in Punta della Dogana, all’ingresso del Canal Grande. La statua, scelta come simbolo della forza, della fortuna e della fertilità, è stata rimossa e portata a pezzi in un capannone.

NELLE MONTAGNE VENETE VENTO A 114 ALL’ORA Il gelo ha concesso una pausa in Veneto, ma adesso è il vento di bora a causare i maggiori problemi. Da ieri sera soffia forte, con raffiche che sul Monte Verena (Vicenza), a 2.200 metri di quota, hanno raggiunto i 114 all’ora (31,7 metri/secondo). Forte bora anche
a Venezia dove, secondo i dati delle centraline dell’Arpav, sono stati toccati gli 81 all’ora di punta massima.
Nella città lagunare i vigili del fuoco hanno eseguito decine di interventi per camini e cornicioni pericolanti. Il
vento è stato la causa dell’affondamento di due gondole staccatesi dagli ormeggi allo stazio di San Moisè, vicino agli hotel Bauer e Europa& Regina. Le barche sono state recuperate stamane.

da leggo.it

Pubblicato
Etichettato come venezia

Rispondi