Regata storica i Vignotto deolvono il loro premio al gondolino arrivato ultimo il canarin penalizzato dalla collisione con la barca della giuria

Regata storica, i Vignotto devolvono il
loro premio al gondolino arrivato ultimo

Il “canarin”, che era al terzo posto, penalizzato dalla collisione
con la barca della giuria. Il Comune: «Gran gesto dei cugini»

VENEZIA – Hanno perso il terzo posto nella Regata Storica di domenica dopo una collisione con la barca della giuria, ma saranno “risarciti” con parte del premio andato ai primi e messo a disposizione dagli stessi vincitori. Saranno così i cugini Rudi e Igor Vignotto, primi nella gara dei gondolini, a mettere a disposizione parte del loro premio in denaro per il risarcimento che il Comune di Venezia ha deciso di assegnare a Fabio Donà e Luca Ballarin, penalizzati dalla collisione.

La decisione di riconoscere all’equipaggio del gondolino ‘canarin’, giunto ultimo al traguardo, la posizione che occupavano al momento dell’incidente, è stata ufficializzata dall’assessore Roberto Panciera, che ha sottolineato poi come siano stati gli stessi due Vignotto a presentarsi spontaneamente offrendo di farsi carico del risarcimento. «Un gesto spontaneo, non richiesto e straordinario nella storia della città – commenta Panciera – e ci dimostra come non si facciano le regate comunale per arrivare ai premi, ma ponendo in primo piano prima di tutto l’amicizia. E ringrazio anche l’equipaggio del ‘canarin’ di aver limitato al minimo il loro disappunto, concludendo per di più la regata con grande responsabilità. La verifica dei regolamenti ci impedisce di modificare l’ordine d’arrivo, ma, sentiti coloro che gestiscono le regate, ci è parso giusto questo risarcimento per un incidente frutto del momento di tensione agonistica per quella che viene definita la ‘Formula Uno’ del remo».

Il gesto «giusto e fatto col cuore», come ha detto Igor Vignotto, è stato commentato anche dal cugino Rudi: «Ci abbiamo pensato perché è decisamente più difficile accettare il verdetto quando si è penalizzati non da un altro equipaggio, ma da una barca terza. E credo che Donà e Ballarin avrebbero potuto giocarsela».

«Apprezziamo il gesto dei cugini – ha commentato lo stesso Ballarin – e lo sforzo di tutta l’amministrazione, ma eravamo venuti qui non per ritirare un premio economico, bensì la bandiera spettante ai terzi classificati». Possibilità alla quale, dopo una breve discussione, ha aperto l’assessore Panciera: «Se l’associazione regatanti farà richiesta scritta al sindaco – ha detto – e se il consenso dei regatanti sarà unanime, penso che nessuno troverà da ridire». «Penso che che non ci sarà nessun problema – ha concluso Rudi Vignotto, a nome dell’associazione – perché sarà giusto così».

da gazzettino.it

Pubblicato
Etichettato come venezia

Rispondi