Una card per i turisti per scoprire le bellezze di Ravenna e dintorni

Una ‘card’ per i turisti. Alla scoperta di Ravenna
E’ la nuova proposta dei promotori per il 2011: la ‘carta’ turistica diventa strumento di accesso alla cultura ed il passaporto per la natura ed il divertimento

Una ‘card’ per scoprire Ravenna e dintorni per tutto il 2011. E’ l’opportunità data dalla nuova ‘Ravenna Visit Card’, che mette in campo un’offerta ancora più competitiva nei confronti di turisti e visitatori.

La formula proposta dai promotori per il 2011 prevede innanzitutto che la card turistica sia valida fino all’8 gennaio 2012. Questo significa che il turista ha un motivo in più per tornare nelle varie località: vedere tutto quello che offre assaporando la provincia ravennate un po’ per volta, approfittando di un grande spettacolo, o di una mostra interessante, o di un circuito tematico da scoprire immergendosi nella ricchezza del territorio.

Con la Ravenna Visit Card 2011 si può accedere una volta sola ad ogni attrazione, ma senza essere costretti a vedere tutto insieme in una sola settimana. Unica eccezione i servizi di trasporto offerti da Atm, che dovranno essere utilizzati nell’arco di una settimana. Inoltre il circuito promozionale della Ravenna Visit Card si arricchisce portando a circa 50 i luoghi di visita, siti turistici, esercizi commerciali e strutture ricettive.

Entrano a far parte del sistema i Parchi di divertimento della Riviera Aquafan, Imax ed Oltremare. Nel 2011 la Card diventa ancora di più strumento di accesso alla cultura grazie all’offerta di sconti per i cartelloni di RavennaFestival e Ravenna Teatro. In particolare quest’anno il turista non potrà mancare l’appuntamento con due mostre cittadine: ‘L’Italia s’è desta’ al Mar e ‘Tamo’, nel complesso di San Nicolò.

La Ravenna Visit Card non è solo cultura, ma è anche il passaporto per una vacanza nella natura, grazie ai centri visita ed alle escursioni nel Parco del Delta del Po.Tante proposte in più per il turista, dunque, ma mantenendo immutato il costo della card, che rimane di 10 euro. La card sarà venduta non solo negli uffici turistici, ma anche negli hotel e in altre strutture ricettive.

Francesco Giangrandi, presidente della Provincia, e Fabrizio Matteucci, sindaco di Ravenna, hanno confermato la convinzione, condivisa anche dagli assessori al Turismo della Provincia Libero Asioli e del Comune Andrea Corsini, dell’importanza di un salto di qualità nella promozione del territorio che passa attraverso la messa a sistema di tutte le risorse, delle attrazioni turistiche, dell’offerta ricettiva, dei prodotti tipici per attrarre l’interesse e soddisfare le richieste dei turisti italiani e stranieri.

Artefici ed attori protagonisti del progetto, accanto alla Provincia, sono anche per il 2011 la Camera di Commercio, i Comuni, la direzione regionale dei Beni Culturali dell’Emilia-Romagna rappresentata dal direttore generale Carla Di Francesco, la Fondazione Ravennantica, rappresentata dalla presidente Elsa Signorino, il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, il Museo d’Arte della Città di Ravenna ed Atlantide il cui impegno è sostenuto dai finanziamenti dell’assessorato al Turismo della Regione Emilia Romagna e della Fondazione del Monte di Bologna e di Ravenna.

Il successo dell’iniziativa passa attraverso il ruolo strategico delle società di incoming (di Ravenna, Cervia e Faenza) a cui si integra l’attività degli uffici turistici e delle Proloco. E’ intervenuta alla presentazione anche Antonella Ranaldi, soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici di Ravenna. A partire da domani fino all’8 gennaio 2012 la Card sarà dunque in vendita al costo di 10 euro presso gli uffici di informazione turistica.

Inoltre, attraverso il sito www.ravennavisitcard.it si potrà compilare un form per prenotare la propria card da ritirare nei punti di distribuzione. Il progetto Ravenna Visit Card 2011 è stato curato da Integra Solutions, societa’ di consulenza per la comunicazione ed il marketing territoriale, rappresentata dal direttore Francesco Ferro, insieme a Econstat, società bolognese di consulenza nel turismo.

Per avere informazioni ed assistenza sulla card, ci si può rivolgere agli Uffici di Informazione e Accoglienza Turistica (Iat/Uit) o chiamare l’Ufficio del Turismo della Provincia al numero 0544 506020 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14.

Dulcis in fundo, quest’anno con la Ravenna Visit Card, grazie alla collaborazione con Cevico, rappresentato da Claudio Sangiorgi, a tutti i possessori della Card verrà data in omaggio una bottiglia di Sangiovese Superiore Docg per portare a casa il sapore della Romagna.

da ILRESTODELCARLINO.IT

Rispondi