Pompei ancora un altro crollo in una domus

Pompei, altro crollo in una domus

Un’area di Pompei interessata da un precedente crollo

Caduti circa due metri cubi di muratura lungo il vicolo di Modesto, in un’area chiusa al pubblico
Doveva essere tra le prime aree di Pompei ad essere messa in sicurezza – stando al «Grande Progetto Pompei» in fase di appalto – ma il maltempo è stato più sollecito e così è crollato un pezzo di muro di una domus della Regio Sesta.

Si tratta – secondo la soprintendenza archeologica di Napoli di «circa 2 metri cubi di muratura in opera mista pertinente ad una domus lungo il vicolo di Modesto, nella regio VI, in una zona della città antica scavata agli inizi dell’800».

Sul posto si sono recati sia i carabinieri che i tecnici della soprintendenza. Il crollo ha interessato una zona chiusa al pubblico. «La messa insicurezza dell’intera regio – sostiene ancora la soprintendenza – è una delle priorità del Grande progetto Pompei, e il relativo bando è di imminente pubblicazione».

da lastampa.it

Rispondi