Cortina rinuncia alla tassa di soggiorno

Cortina rinuncia alla tassa di soggiorno:
«Contrasta con la nostra politica turistica»

Sindaco e assessore al turismo scrivono agli albergatori:
«Non abbiamo nessuna intenzione di applicarla»

BELLUNO – Cortina d’Ampezzo boccia la tassa di soggiorno: il Comune rinuncia all’obolo e il sindaco avverte gli albergatori con una lettera della decisione. Tutto è sintetizzato in una missiva di poche righe inviata oggi dal primo cittadino Andrea Franceschi e dall’assessore al turismo Herbert Huber. «In riferimento al dibattito in corso sulla cosiddetta tassa di soggiorno – spiegano – l’amministrazione comunale di Cortina d’Ampezzo ci tiene ad informarvi che non c’è nessuna intenzione di applicarla». «Introdurre una tassa di scopo, facendo svolgere agli albergatori il ruolo di esattori – avvertono i due amministratori – sarebbe in netto contrasto con la politica turistica che stiamo portando avanti, facendo investimenti importanti sugli eventi sportivi e culturali».

da il gazzettino.it

 

Rispondi