Caldo e afa a New York tutti in spiaggia di Coney Island Brooklin

Immagini aeree scattate sulla spiaggia di Coney Island, Brooklyn
Afa a Manhattan, anche New York si trasferisce in spiaggia
Pensare alla Grande Mela come ad una città “da spiaggia” non è tanto naturale. Ma le spiagge, a pochi passi a Manhattan, ci sono, eccome. E basta atterrare una volta in uno degli aeroporti di New York per memorizzare il contorno, quasi lagunare della metropoli e del suo cuore ancora in riva all’Hudson. Ecco un’immagine da weekend, dove una buona parte della popolazione a 8 cifre decimali dell’area (molti saranno anche in ferie, ma si sa, la chiusura totale ferragostana è fenomeno tipicamente nostrano) sembra essersi riversata al sole, complici temperature abbondantemente superiori ai 30 gradi con notti, molto afose, come si conviene a una città in riva all’Oceano, dove l’escursione termica è bassa. Dall’immensa Coney Island al Queens, è caccia al posto più vicino all’acqua, come in ogni angolo del mondo. E chi non può cerca refrigerio al parco o sui tetti dei grattacieli. E chissà che i 200-300 metri di altitudine cui riescono a salire i più fortunati non siano in qualche modo d’aiuto…

da kataweb.it

Rispondi